Email Temporanee : Cosa sono, come attivarle e utilizzarle

Cosa sono le email temporanee e come funzionano?

E’ presto detto : non sono altro che classici indirizzi di posta elettronica, ma che possono esser utilizzati per un periodo di tempo limitato, ovvero quanto basta per utilizzarlo allo scopo di proteggersi dagli spam.

Quante volte vi sarà capitato di dover inserire la vostra e-mail in qualche sito per i motivi più disparati (shopping, mailing list, chat, invio CV, e tanto altro).

Di lì a poco Vi siete ritrovati tempestati di messaggi ‘spam’, anche da soggetti con cui non avevate mai interagito.

Esistono almeno un paio di metodi per garantire privacy e riservatezza.

Il primo passa per le email criptate, e ne abbiamo parlato difffusamente.

Un secondo rimedio consiste nella creazione di una email temporanea, utile proprio per i casi particolari citati.

email-temporaneeUna sorta di email ‘usa e getta’

Una ‘deadline’ fissata al massimo poche ore dopo la creazione : ecco l’escamotage. Riceverete tutta la posta indesiderata sulla mail ‘farlocca’, lasciando immacolata quella principale.

Ci sono tantissimi siti che vi permettono di creare email temporanee, velocemente e gratuitamente, senza nemmeno dovervi registrare.

Tra quelli senza dubbio più affidabili, ve ne segnaliamo tre : Yopmail, Airmail e Guerrilla Mail.

Yopmail

Per creare una mail temporanea su Yopmail non avete bisogno di registrarvi, e già questa è un’ottima notizia.

Inoltre, se andate sulla pagina principale e date un’occhiata in basso a sinistra,  noterete che Yopmail supporta molti indirizzi differenti (non solo quelli con il dominio Yopmail.com, ndr).

Yopmail mantiene i messaggi ricevuti per 8 giorni.

Inoltre, è facilmente fruibile anche da dispositivi mobili.

Guerrilla Mail

Uno dei servizi di ‘mail temporanee’ più sicuri e datati. Le email non controllate vengono tenute in memoria per un’ora: se le leggete, verranno mantenute per un’altra ora.

Qui avete anche la possibilità di scegliervi uno username e di crearvi un alias.

Inoltre, potrete inviare mail con allegati fino a 150 MB.

Disponibile anche sotto forma di App: non dovrete fare altro che recarvi su Google Play Store.

Mailinator

Svolge lo stesso compito del precedente, pur non essendovi alcuna password a proteggerne i contenuti: è sufficiente conoscere l’username per accedere all’account.

Anonymous Mail

Per chi abbia scrupoli, è possibile evitare l’eccessiva esposizione pubblica sfruttando questo servizio che invece permette di specificare la vita dell’account (da 24 hr a 12 mesi) e relativa password.

Sul sito viene dichiarato un invio di oltre 60.000 email anonime. Un servizio gratuito che lo rende, nel suo genere, fra i più grandi (oltre che affidabili) al mondo.

 


 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print