HDD vs SSD, vantaggi e differenze nelle prestazioni

SSD e HDD sono due sigle che indicano due tipologie di memoria per PC utilizzate, entrambe, per l’archiviazione permanente dei dati. SSD sta per Solid State Drive (ovvero Unità a Stato Solido) mentre HDD sta per Hard Disk Drive (Unità a Disco Rigido). Entrambe le tipologie possono avere una configurazione interna o esterna rispetto alla macchina oltre a rappresentarne l’unica unità di memoria o un’unità supplementare.

Vediamole entrambe più da vicino specificando bene di cosa stiamo parlando e quali sono i vantaggi dell’una e dell’altra tipologia. Da queste, ovviamente, deriveranno le differenze sul piano delle prestazioni.

L’HDD cos’è?

L’HDD (Unità a Disco Rigido) si avvicina, nel funzionamento, ai dischi di metallo magnetizzati. Nel momento in cui i dischi girano, le relative testine digitali li scansionano e consentono l’accesso ai dati archiviati.

L’HDD, quando in funzione, si contraddistingue per un rumore tipico di un aereo che sta per decollare. Rumore che viene causato dal disco in movimento. Queste soluzioni vengono adottate molto spesso nei PC perché uniscono convenienza e affidabilità.

L’SSD, cosè?

Per quanto, invece, riguarda l’SSD si tratta di una memoria che contiene al suo interno diverse memorie flash in collegamento l’una con l’altra. Il suo funzionamento lo possiamo confrontare con quello di una chiave USB. Nessun disco in movimento e questo fa sì che le unità SSD siano molto più compatte rispetto all’HDD. Proprio per questo motivo questa tipologia di memoria è più frequente su bablet e notebook dove ottimizzare lo spazio è fondamentale.

I vantaggi delle unità SSD

Il più grande vantaggio che le unità SSD hanno rispetto all’HDD riguarda la loro semplicità. L’assenza di un disco mobile che si muova per garantirne il funzionamento riduce al minimo la possibilità che l’unità stessa si rompa. Per questo sono, tra tutti i sistemi di archiviazione, quelli più solidi e affidabili.

La scelta delle unità SSD rappresenta un vantaggio anche sul piano delle prestazioni. Essendo prive di dischi mobili, sono più veloci sia a leggere che a scrivere i dati con una prestazione in grado di superare di molto quanto avviene, invece, per gli HDD.

Per fare un esempio pratico, immaginiamo di possedere 2 PC, uno con memoria SSD e uno con HDD. Ebbene, quest’ultimo impiegherà circa 3 minuti per avviarsi. Saranno necessari, invece, pochi secondi per il PC con SSD e, una volta avviato, questa macchina sarà certamente più veloce della precedente.

I vantaggi delle unità HDD

Dato per scontato, dunque, che sul piano delle prestazioni le unità SSD siano molto superiori a quelle HDD, quali sono i vantaggi di queste ultime? Lo abbiamo anticipato: si tratta di una tipologia di archiviazione molto affidabile e convenienza.

Rispetto alle SSD, le HDD hanno costi di molto inferiori (spesso anche del 50%) ed offrono, al contempo, una maggiore capacità di archiviazione. Trovare unità HDD con capacità superiore a diversi TB non è difficile. Farlo con le unità SSD, invece, risulta esserlo e, qualora si trovassero, sarebbero davvero molto costose.

Insomma, ciascuna unità ha i suoi pregi e i suoi difetti. Sta a noi scegliere quella che più si adatta alle nostre esigenze.


 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print