Guida a come inserire i contenuti in wordpress

inserire contenuti wordpressSe il nostro blog è pronto per essere lanciato sul web. Abbiamo scelto una grafica, inserito un logo, i widget ed i plugin.

Ora nasce la questione più delicata: realizzare i contenuti.

Come gestire l’inserimento contenuti su WordPress

Vorremo iniziare a guadagnare, a vedere 1.000, 2.000 o più visite al giorno… eppure manca ancora qualcosa. Manca la cosa più importante.

I contenuti.

Sto parlando degli articoli che andremo a pubblicare nel nostro sito wordpress. Un blog, se vogliamo che funzioni, non deve essere spoglio ma ricco di contenuti interessanti e (soprattutto) utili. Meglio se rispondono alle esigenze degli utenti che nella Rete cercano le risposte alle domande di tutti i giorni.

Non si può aggiornarlo solo una volta al mese, o inserire due righe a casaccio quando si ha voglia. Così come l’utente approda al sito, fa davvero presto a scappare.

Mettere a budget della pubblicità per un blog che parla del nulla, a cosa serve?

Nel momento in cui avete deciso di aprire un blog, avrete sicuramente valutato il tempo che potevate impiegarci (e se non l’avete fatto, questo è il momento di farlo!) e avrete scelto anche l’argomento da trattare. 

Il blog deve essere in linea con l’argomento scelto e bisogna curarlo.

Come fare quindi a portarlo avanti per far si che gli utenti (ed i motori di ricerca) si interessino a noi?

Decidete con che cadenza scrivere sul blog.

Due articoli al giorno? Uno? Tre volte a settimana?

Inserire contenuti wordpress è necessario per popolare il sito di una “ragion” d’essere. Più contenuti inserite, migliore sarà l’effetto.

Ricordate che è meglio inserire un articolo al giorno per un anno, piuttosto che scriverne 100 in un giorno e poi sparire nel nulla.

Datevi un ritmo preciso. Se invece avete aperto un blog ma non vi sentite in grado di scrivere contenuti buoni ed il vostro interesse è rivolto esclusivamente alla parte commerciale, è necessario trovare collaboratori writer investendo bene il denaro.

Se sono bravi blogger, i frutti si vedranno. Sarà sufficiente aprir loro un account utente “collaboratore” in modo che possano inserire in autonomia ai testi.  Starà all’amministratore del sito (voi) controllare che il testo sia adeguato, che non vi siano strafalcioni, che la SEO sia ben pensata.

Mentre loro scrivano sul sito, voi potete dedicarvi alle pubblicità, i link, le affiliazioni… e di questo parleremo nel prossimo articolo.


Leggi la guida per wordpress.

Guida wordpress : ecco le istruzioni passo passo

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print