Come sta cambiando Twitter

Come possono essere collegati tra loro il calo d’attenzione, la moda e un social network come Twitter?

Sonia Pepe, senior executive graduate della ‘cinguettante’ piattaforma web, lo ha spiegato piuttosto bene nell’ultimo Milano Moda Graduate allo spazio Base del capoluogo lombardo, dove lo scorso Giugno le scuole di moda italiane hanno sfilato per due giorni.

Twitter è sempre più a contatto con la moda e i fashion addict.

twitterE a dimostrarlo sarebbero dei dati piuttosto lampanti: se prendiamo in esame i tweet giornalieri nel mondo (circa 1 milione) scopriamo che la tematica della moda, o più esattamente della fashion-beauty, è saldamente tra i primi posti, con particolare interesse in Europa.

L’Italia non è affatto da meno : 1 nostro connazionale su tre, infatti, cerca temi inerenti alla moda e segue le tendenze riguardanti il ‘fashion’, e il 51% lo fa per avere anticipazioni sulle prossime uscite: insomma, dei ‘follower’ tutt’altro che disinteressati.

Anche se la città leader – manco a dirlo – resta sempre Parigi: la sua settimana della moda conquista 632.000 tweet, contro i 500.000 circa di Milano e gli abbondanti 400.000 di New York e Londra.

Abbiamo accennato del calo di attenzione.

Sonia Pepe ha sottolineato che la soglia delle attenzione delle persone è decisamente scesa negli ultimi 15 anni: siamo passati dai 12 minuti del 2000 agli 8 minuti del 2005.

Un dettaglio che non può essere trascurato nella comunicazione sui social network.

E la moda si sta adattando egregiamente. Qualche esempio?

Prendete la app Vine, attraverso la quale si possono condividere mini-video di qualche secondo, oppure Carousel, che vi permette di creare una piccola sequenza di immagini a mò di catalogo, che potrete consultare e sfogliare soltanto scorrendo con il dito.

Anche un ‘top level’ come Versace non si lascia sopraffarre dalle nuove tecnologie, e al contrario le sfrutta per essere sempre ai vertici.

Proprio come con Twitter.

Versace ha permesso ai propri follower l’accesso alle immagini in esclusiva della nuova collezione con Halo, riuscendo a realizzare speciali video interattivi (condivisibili sui social network) grazie a una videocamera capace di girare velocemente intorno a un podio.

Infine, Twitter è particolarmente utile al mondo della moda per riuscire a stabilire un contatto diretto con i propri ‘seguaci’.

Le discussioni on-line possono orientare parecchio il mercato.

Un esempio è Topshop: in una conversazione dove il tema principale erano le cinture, il marchio britannico ha fatto irruzione nello ‘scambio’ pubblicando foto, per l’appunto, di cinture.

Una mossa astuta, certamente gradita agli utenti Twitter che apprezzano un ‘contatto’ così diretto con quelli che sono i loro principali interessi.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...