Storia di un’impresa web: Supermercato 24

Quante volte è successo che mentre eravamo in quelle interminabili file che si creano davanti alle casse del supermercato abbiamo pensato a che bello che potesse essere se ci fosse qualcuno che ci facesse la spesa al posto nostro.

E invece no, siamo noi che dobbiamo sempre perdere ore della nostra vita fra scaffali, reparti, offerte e  parcheggi sempre intasati.

Il paradosso è che, in questo inizio di 2020, persino le code sono diventate un miraggio… il virus che ha investito la nostra vita ci ha chiusi in casa obbligatoriamente. E ora la spesa a domicilio è diventata una seria necessità.

Ecommerce : Qualcosa è cambiato…

Il nostro sogno di poter stare sul divano a vedere la nostra serie TV preferita mentre qualcuno ci fa la spesa è diventato finalmente realtà.

È sufficiente iscriversi sul sito di “Supermercato 24”, compilare la lista della spesa, nella quale indicare anche il supermercato di fiducia in cui acquistare i prodotti, per ricevere entro poche ore la spesa da noi ordinata. L’incaricato di “Supermercato 24”, chiamato “shopper”, è il nostro alter-ego. Farà materialmente la spesa e ci recapitetà le buste davanti alla porta di casa all’ora che  abbiamo scelto per la consegna.

Supermercato 24Sarà quindi lo shopper a fare le code al posto nostro e a trasportare le pesanti buste della spesa settimanale fin sul nostro pianerottolo. Noi invece dovremmo solo compilare la lista, pagare la spesa aggiungendo una piccola commissione per il servizio effettuato.

La piattaforma di questa impresa web, realtà imprenditoriale che ha visto la luce nel 2014 a Verona, permette al cliente di scegliere il supermercato, ordinare la spesa on-line, e ottenere la consegna all’indirizzo indicato ed entro un’ora (oppure nella fascia oraria richiesta).

Facciamo un po’ di numeri.

Nel 2019 “Supermercato24” può dirsi soddisfatta, festeggiando i numeri da record nel 2019 che andiamo ad elencare :

  • un organico che superato i 100 dipendenti
  • un fatturato più che raddoppiato rispetto al 2018
  • una nuova sede operativa di Milano
  • utenti duplicati rispetto al 2018
  • ordini consegnati quasi raddoppiato in un anno

L’espansione ha recentemente dfatto capolino in Polonia, con l’acquisizione di Szopi (corrispettivo polacco di spesa online on-demand) grazie alla quale ora la società italiana è diventato prima Europa, nel settore e-grocery, ad espandersi a livello internazionale.

E-Grocery: insieme dei prodotti del largo consumo confezionato, con alta rotazione a scaffale in acquistati frequentemente, rapidamente e con un minimo sforzo di confronto.

On line dal 2016, oltre 100 mila consegne ad oggi, Szopi opera a Varsavia, Cracovia, Breslavia e Poznan e ha lavorato con alcuni dei più grandi supermercati e discount polacchi, tra cui Carrefour, Auchan, Biedronka, Lidl e Tesco.

Federico Sargenti, CEO di Supermercato24, è naturalmente molto soddisfatto dell’andazzo : “Gli importanti traguardi raggiunti quest’anno e la continua e costante crescita della nostra azienda, sono la conferma che il nostro servizio piace ai consumatori”.

La società oggi è in grado di servire capillarmente 31 province sul territorio italiano.

La nuova sede milanese.

Un ambiente innovativo, stimolante, green e sostenibile, che sottolinei i valori dell’azienda. Per i propri collaboratori prevede percorsi di crescita con modello meritocratico e include possibilità di remote working per coniugare al meglio vita professionale e privata.

E’ previsto che i dipendenti, con un’età media di 31 anni, 35% di rappresentanza femminile, crescano di un ulteriore 50% entro il 2020, valorizzando sempre i talenti ad alto potenziale.

Le posizioni attualmente aperte ?

  • team tech
  • data engineer
  • product manager
  • analytics
  • operation specialist
  • city manager
  • customer care.
Il tempo risparmiato ha un prezzo?

Vale la pena risparmiare tempo e salute, liberandoci da questo rito sfiancante che distraeva le ore più belle del week end ?

L’intuizione di “Supermercato 24” è semplice e, tutto sommato, geniale. E sono sempre di più le città in cui questo servizio si espande e convince i consumatori.

Tuttavia, se preferite impegare ore spingendo carrelli ricolmi di prodotti attraverso strette corsìe, fate pure. Non lamentatevi quando finisce la carta dello scontrino quando è il vostro turno in cassa.

Le misure di Supermercato24 per gli shopper al tempo del coronavirus.

Ne citiamo 3 su tutte :

  • Una copertura assicurativa integrativa

Garantisce un’indennità in caso di ricovero o convalescenza o interruzione dell’attività per contagio da Covid-19

  • Un rimborso per l’acquisto di materiale di protezione

Ad esempio prodotti disinfettanti, mascherine e guanti.

  • Bonus settimanali per la continuità di servizio

Un incentivo per la rafforzare la rete degli shopper che consegnato la spesa a domicilio.

Vogliamo parlare dell’incremento degli ordini post emergenza sanitaria?

Incremento arrivato da tutta Italia, dall’8 marzo :

  • a Milano gli ordini sono cresciuti del 35,1%
  • a Torino del 23,6%
  • a Roma del 22,4%
  • a Napoli del 22,3%

Tanti i nuovi utenti che, spinti dalla quarantena, hanno provato il servizio, che prevede l’elaborazione dell’ordine in 1 ora circa e (in condizioni normali) la consegna anche in giornata.

Il momento di emergenza però ha portato alla dilatazione dei tempi, sia per i motivi di attenzione che pongono i punti vendita (seguendo le direttive governative) sia per il boom di richiesta.

Poche e nulle le differenze fra le varie zone per i prodotti richiesti.
Su tutti :

-Farine e lieviti
-Alcool, disinfettanti, mascherine, gel mani.
-Generi alimentari, verdure e frutta, carne e latte, pasta e pane, ecc.

Gli ordini sono raddoppiati rispetto alle settimane precedenti – afferma il CEO Sargenti – e il traffico, fra sito e applicazione, è addirittura decuplicato!

Poi un pensiero del CEO va agli shopper : “vogliamo davvero ringraziarli per il lavoro dall’importantissima utilità sociale che stanno svolgendo in prima persona”. Per chiunque volesse, la ricerca di nuovi shopper è sempre aperta.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print