Proteggere un file con una password: come si fa?

Scopriamo come si può proteggere, grazie ad una password di accesso, un file Word o Excel (che si tratti di Microsoft Office o di Open Office). Ed è possibile violare la password?

Mettiamo caso che hai predisposto dei documenti in word o in Excel, e vuoi condividere con altre persone tali documenti che però contengono informazioni delicate.

Quindi le terze persone non devono avere la possibilità di modificarli.

Oppure potrebbe accadere che tu voglia limitare l’accesso ai dati contenuti nei tuoi file.

In tutti questi casi esiste la possibilità di proteggere i file con le password.

Come proteggere Microsoft Word (con Windows – MacOS – su Web – in modalità Mobile)

Se utilizzi Word, proteggerlo è abbastanza semplice in quanto è presente all’interno del programma una funzione che ne permette la protezione: vediamo insieme i principali passi da compiere.

Dal comando “File” nel menù in alto, seleziona “Informazioni” e clicca sulla finestra “Proteggi documento“.

Ora dal menù a tendina scegli Crittografa con password, digita due volte la PW e premi Ok. Ora il file è protetto: piuttosto semplice da farsi.

Se utilizzi Word Online non hai invece la possibilità di bloccare il file, puoi solo proteggere la condivisione del documento con altri utenti, tramite una funzione a pagamento offerta nel servizio a pagamento Premium.

Stessa cosa anche se utilizzi l’app Microsoft Word, sia con Android che con iPhone e iPad, non è possibile impostare una PW su un file Word aperto, ma potrai comunque aprire quelli già protetti, se sei in possesso della relativa PW.

Come proteggere Libre Office (con Windows – MacOS – Linux)

Se sei un utilizzatore di programmi liberi e quindi senza licenza, e nello specifico usi Libre Office Writer, puoi impostare una password in modo molto veloce.

Apri il file, apri “File” nel menù in alto, clicca su “Salva con nome“, nomina il file ed apponi il segno di spunta sulla voce “Salva con Password” e quindi “Salva“.

Nella schermata che appare, clicca due volte la PW e premi Ok : ora il tuo file è protetto.

Anche in questo caso, se utilizzi un dispositivo mobile puoi solo aprire file protetti da PW, ma non impostarle.

Come proteggere Microsoft Excel (Windows – MacOS)

Utilizzando come sistema operativo Windows puoi proteggere facilmente un file Excel con una PW: ecco come procedere.

Apri “File”, clicca su “Informazioni” e premi “Proteggi cartella di lavoro“; nel riquadro che compare seleziona “Crittografa con password” e “inserisci la PW” , premi “OK” e ridigita la password, quindi premi ancora “OK” : ora il tuo documento è protetto da PW.

In seguito, potrai sempre rimuovere la PW, se hai necessità di sbloccare il documento, in maniera molto semplice.

Anche se utilizzi un Mac puoi impostare con passaggi semplici una PW: apri File e seleziona “Password“, inserisci la password e premi “Ok“. Puoi anche selezionare una funzione ulteriore che consente l’apertura del file in sola lettura senza necessità di inserire la password.

Violare le password in Word od Excel

Violare una password inserita su programmi di scrittura è relativamente semplice, in quanto esistono numerosi programmi specializzati nel recupero delle PW ed oggi uno dei più utilizzati è PassFab.

Stessa cosa per le password che proteggono i fogli di calcolo: anche qui purtroppo è molto semplice trovare programmi che consentono di violare le PW o magari solo sbloccarle se la abbiamo dimenticate.

Tra i programmi più comuni abbiamo l’editor VBA che consente di eseguire uno snippet del codice che rimuove la protezione con PW.

In conclusione, le password per bloccare questi documenti sono fragili, quindi meglio pensarle per documenti di non alta sensibilità : non avrebbero la forza delle PW di accesso come accade per i back end di siti web o di spazi cloud.

Mondotecno.com utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l’esperienza di uso delle applicazioni online. A questa pagina forniamo le informazioni sull’uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e come gestirli.